Condividi su scritto da o a cura di Comunità di Sant'Egidio
casa editrice Leonardo International
pubblicato nel 2003
ANZIANI

Vivere a lungo è la speranza di ognuno di noi. E non è più un sogno, ma è possibile. Ma come? Se potessimo scegliere tutti vorremmo passare gli anni della vecchiaia in mezzo alle persone che conosciamo e nei luoghi e nella casa che amiamo. Ma tante volte non è così. Andare in un istituto può essere una necessità, ma esistono immense possibilità, quasi sempre sconosciute, per potere rimanere a casa propria anche da anziani, anche quando si ha un po’ più bisogno e non ce la si fa da soli.Questa guida, COME rimanere a casa propria da anziani, è un regalo che la Comunità di Sant’Egidio – assieme al Comune di Roma e in collaborazione con Corriere della Sera, Famiglia Cristiana, Gruppo UniCredito Italiano, la Fondazione Unidea, Farmindustria e le farmacie romane – rivolge a tutti gli anziani romani, alle loro famiglie, a chi intende umanizzare la vita della città di Roma a partire da chi ha più anni.È una bussola piena di notizie aggiornate per usare la città da casa propria, per trovare gli aiuti che sembrano impossibili e che invece sono a portata di mano. Ci si può curare a casa, si può essere aiutati a spostarsi in città, è possibile creare una rete di sostegno per restare dove si è sempre vissuto anche quando la salute non è più la stessa.È un regalo e una responsabilità: che Roma, diventando più vivibile per chi hapiù anni, diventi più vivibile per tutti.La Comunità di Sant’Egidio nasce a Roma nel 1968 e a Roma raccoglie quasi diecimila persone, tutte a titolo volontario. Da Roma si è diffusa in altri paesi e continenti ed è ormai presente, con oltre 40 mila persone, in più di 60 paesi del mondo: amici dei poveri, amici del vangelo, impegnati nel dialogo per facilitare la fine dei conflitti, nel dialogo tra le culture e tra le generazioni.Circa trenta anni fa iniziava un rapporto, speciale, tra la Comunità di Sant’Egidio e gli anziani. È così che a Roma e da Roma sono nati servizi innovativi: le prime case-famiglia per anziani, la prima casa-protetta della Capitale. Un servizio di assistenza domiciliare che ha accompagnato, negli anni, decine di migliaia di anziani, a casa e anche in istituto.È un’alleanza che è diventata un’idea di città e una capacità pratica di inventare soluzioni capaci di restituire dignità all’età “più lunga”. Oggi questo patrimonio di esperienza entra nelle case dei romani ed è l’inizio di un dialogo diretto con tutta la città: dalla parte degli anziani.


RITIRATO DAL COMMERCIO

ultimo aggiornamento 29 Luglio 2019
Potrebbe interessarti anche…